Made in Sicily

Qualche giorno fa ho sentito una vecchia amica, le amiche che conosci a scuola e per una strana ragione restano sempre amiche anche se non ci passi tanto tempo, parlavamo della nostra terra, una terra meravigliosa, “quando la bellezza è a doppio taglio può farti tanto male” La Sicilia è così, una terra di fuoco che può anche ucciderti.
Non lo so…Adesso sto bene, sono equilibrato e mi tengo in equilibrio, ho i miei punti fermi e quelli rimangono… Il senso d’appartenenza fa tanto, sapevo che dovevo andarmene. Poi so che gente come te emerge ovunque e si fa sempre notare…sa esporsi e sta perfettamente al mondo. Mi fa piacere sapere che ci sei e che sei sempre la stessa…Io mi faccio valere e non mi ferma nessuno. Ricordati che le grandi cose della vita sono spessi difficili a interpretarsi, com la nostra terra.

Ma scopri anche che la tua terra che tanto hai disprezzato, viene osannata in un bellissimo articolo dal titolo Caccia ai Tesori di Lia Ferrari, sul Living del Corriere della Sera. “Dicono che Palermo è la nuova Berlino. Forse lo è tutta la regione”

Accademia Abadir

Bastaguardarla_Abadir

Carmen Consoli dice in una canzone “si truvamu semi boni di chiantari ‘Nta sta terra ‘i focu e mari oggi sentu ca mi parra u cori e dici ca li cosi stannu pì canciari. 
Vicino a Catania, precisamente a S.Agata Li Battiati prende piede la scena creativa dell’Accademia AbadirL’offerta formativa di ABADIR si struttura come una “trama didattica”, un sistema in cui le discipline tradizionali fanno rete con altre discipline e attività allo scopo di creare una “scuola-laboratorio” dinamica e competitiva a livello nazionale e internazionale in grado di confrontarsi con le mutevoli e sempre più specialistiche esigenze imposte dall’odierno mercato del lavoro.
Da qui nasce il progetto– promosso dalla direttrice, l’arch. Lucia Giuliano – di trasformare ABADIR in un’istituzione culturale globale ad ampio spettro dedicata alla formazione, alla ricerca e alla sperimentazione

Welcome To Farm Cultural Park

Benvenuti a Favara dove Andrea Bartoli, notaio, e Florida Saieva, avvocato hanno creato una comunità dove si inventano nuovi modi di pensare, abitare e vivere. Un vero centro per l’arte e la cultura, sette piccole corti collegate tra di loro dove ospitano una serie di piccoli palazzotti e nascondono alcuni piccoli ma meravigliosi giardini di matrice araba. Il Farm Cultural Park è al sesto posto al mondo come meta turistica per amanti dell’arte contemporanea preceduta da Firenze, Parigi, le isole della Grecia e New York.

PFFF-2

La Sicilia si riconferma terra fertile, una terra ricca di cultura e di saggezza, certo è ben lontana rispetto al altre città,

“La Sicilia è il paese delle arance, del suolo fiorito la cui aria, in primavera, è tutto un profumo, e la terra della cultura e della saggezza … Ma quel che ne fa una terra necessaria a vendersi e unica al mondo, è il fatto che da un’estremità all’altra essa si può definire uno strano e divino museo di arte e architettura”

Il poeta latino Tito Lucrezio Caro, nel De rerum natura, scrive:

Giusto è che questa terra, di tante bellezze superba, alle genti si additi e molto si ammiri, opulenta d’invidiati beni e ricca di nobili spiriti…

Complimenti per questo meraviglioso progetto, NECESSARIO e di estremo bisogno, che è indispensabile di cui non si può fare a meno se si vuole crescere ed essere al passo con i tempi, con la speranza di sensibilizzare tutti…Una vera scommessa

 

Bastaguardarla_Abadir1  

 AND_4795-994x663
 
Annunci

I feticci di Elena Ghisellini

Elena Ghisellini nasce a Genova. Si laurea all’Istituto Europeo di Design di Roma. Menzione speciale e un premio come miglior talento dell’anno. Inizia la carriera da Trussardi collaborando con l’estro immaginifico di Nicola Trussardi. Dopo 8 anni passa a Salvatore Ferragamo come responsabile pelletteria. Le collezioni prodotte sono ampie e spaziano in tutte le categorie degli accessori.

Sono 12 anni di passione artigianale e pulsione globale. Nel 2003 Elena Ghisellini apre il proprio studio di design a Firenze. Le collaborazioni sono molteplici e illustri: fondamentale resta quella con Riccardo Tisci per Givenchy, creativo con cui da vita a una linea di accessori di grandissimo successo.
Di recente la nomina come Head accessory Designer da Emilio Pucci
La parte più importante del suo lavoro, però, diventa la propria collezione, Elena Ghisellini.



Elena Ghisellini 5

Non chiamateli accessori: le creazioni di Elena Ghisellini sono simboli, archetipi, a volte feticci. Sono pensati per far parte della vita di una donna, per diventare la punteggiatura della sua eleganza, della sua personalità, della sua ironia.

 002_EG_SS2014_POCHETTE-FATALE-MILLERIGHE-NERO-LEMON_WEB-_0

Elena Ghisellini 2

Realizzate in morbida pelle sono proposte in quattro differenti combinazioni colore. Toni vivaci come il rosso, il rosa pastello e il verde lime, elegantemente mixate tra loro, accendono i più tradizionali bianco e nero creando un effetto innovativo e mai scontato.

Di giorno, sono rigorosi, pratici, caparbi. Di sera, diventano eccentrici, sexy e ironici. 


Elena Ghisellini

Elena Ghisellini utilizza il rosso che è segnaletico: passione, contestazione e provocazione. Il colore diventa una realtà cromatica e impronta artistica, uno sloganUn segno forte, interpretato con sentimento e provocazione dalla designer.

Bastaguardarla_Elena Ghisellini

Finalmente una borsa nuova, innovativa e soprattutto ricercata con una forza pazzesca, senza mediazione. Il sogno si trasforma in allucinazione, l’ossessione in creazione. Eccitante… non trovate?

Tod’s

Primavera – Estate 2015

Per Tod’s il lusso è un guardaroba minimo, composto di capi trasversali e indispensabili. Lo stile di un uomo è essenziale – Semplificato.

Architetture scomponibili – nei capi spalla così come nelle borse e nelle scarpe, passando dalla dimensione pratica del viaggio a quella formale di una sera al club.

Bastaguardarla_Tods

Bastaguardarla_Tods1

Bastaguardarla_Tods2

L’uomo Tod’s vive nel mondo sentendosi a proprio agio come a casa propria. Il mondo di Tod’s è un club – un luogo delineato e composto dallo stile.

Driving Icon

Sono due i nuovi modelli per celebrare l’iconico gommino di Tod’s, sinonimo di uno stile cross – funtional che combina il lusso e il casual più raffinato. Le nuove proposte si presentano come evoluzione urbane e possono essere utilizzare durate tutto l’arco dell’anno, sia con abiti sportivi che formali.

La funzionalità arricchisce il loro stile, grazie all’insostituibile artigianalità del Made in Italy, diventando i nuovi Timeless per l’uomo tod’s. Il city spyder è l’elevoluzione del celebre city gommino, caratterizzato da un’inedita suola in gomma che combina il gommino ad un fondo classico.

Il club gommino è caratterizzato da un accessorio che riprende l’iconico bracciale scooby – doo, applicato a formare una mascherina.

Bastaguardarla_ClubGomminoTod'S

Two new models are chosen to celebrate the iconic , synonimois od a cross functional style, that combines luxury and casual refinement. The new styles are urban evolutions and perennial – perfect for all occasions across the year.

Their functionality enhances their style, thanks to the inimitable craftmanship of Made in Italy, paving the way to became a new timeless model for tod’s man

The city Spyder  is evolution of the famous city gommino, characterized by a new rubber  sole that combines pebbles with classic sole.

The club Gommino is defined by an accessory that echoes the iconic scoobydoo bracelet, applied as a mask.

La Clutch p/e 2014

p/e 2014

Per la Primavera/Estate 2014  la clutch prende diverse forme per farne un oggetto prezioso e indispensabile. Affinché rispecchi coerentemente l’estetica dell’abbigliamento bisogna fare attenzione a scegliere quella giusta e adatta ad ogni situazione.

CHARLOTTE OLYMPIA

CHARLOTTE OLYMPIA

Ogni clutch diventa un pezzo unico, un bijou discreto, sobrio, visibile solo agli intenditori. Le vediamo nei negozi e nelle riviste di moda, seguono bellezza e modernità, proprio come quelle della designer Charlotte Olympia, ironiche e irriverenti.

 Bastaguardarla_G&BFlero

Charlotte Olympia

Charlotte Olympia

Charlotte Olympia

Di grande qualità e artigianalità sono quelle con tessuti preziosi firmati Bottega Veneta, che da sempre conosce il valore delle belle cose e ama uno stile senza tempo.

Bottega Veneta

Bottega Veneta

Create con materiali di altissimo pregio, eleganti, sensuali e di buon gusto, con dettagli preziosi e tocchi di gold sono sono le clutch di Jimmy Choo e Martin Margiela.

Jimmy Choo

Jimmy Choo

Martin Margiela

Martin Margiela

Scegli quella che fa per te con un semplice clic.

 In 2014 spring/summer collection clutch takes different shapes to become a precious and indispensable object. In order to reflect the aesthetics of clothing,we must be careful to choose the right one,suitable to each situation.

Every clutch turns into a unique piece, a discreet, sober bijou. Only visible to experts, like the ones we see in the stores and fashion magazines, they follow beauty and modernity, just like those, ironics and irreverents, by the designer Charlotte Olympia.

Bastaguarda_G&BFlero4

Great quality and craftsmanship are the ones ,made of precious fabrics, by Bottega Veneta, who has always known the value of beautiful things, and loves a timeless style.

Bastaguardarla_G&BFlero5

Made of the highest quality materials, elegant, sensual and classy,with touches of gold and precious details are those by Jimmy Choo and Martin Margiela

Choose the right for you with just one click

Giambattista Valli. Haute Couture

Giambattista Valli ti fa sognare, con i suoi abiti ti trasporta nei giardini di Alhambra, nel suo immaginario la sua donna ha già vissuto, persiste in questo suo vivere elegantemente nel mondo.

Bastaguardarla_GiambattistaValli

Bastaguardarla_GiambattistaValli9

C’è un qualcosa di veramente seducente in questa collezione, non sono solo i fiori, dietro c’è una donna relativamente sobria, una donna ricca, una donna che testimonia poeticamente la ricchezza del marito, non conosce limiti. Un abito di Valli lo si indossa come un’idea, quella di un potere terribile, a cui basta essere visto per essere dimostrato.

 Bastaguardarla_GiambattistaValli1

 Bastaguardarla_GiambattistaValli2

Uno stile hollywoodiano alla Norma Shearer, le gonne sono enormi in volant millefoglie di tulle che stringono in vita una camicia maschile.  Una solennità ottenuta con sobrietà e semplicità di forme, un mix tra il moresco e spagnolo, in Valli c’è qualcosa di profondo nel voler guarire il cattivo gusto attraverso la moda.

Bastaguardarla_GiambattistaValli5

A girl wakes, maybe she’s still dressed from the night before, maybe she swathes herself in a striped sheet or slips into her beau’s pj’s. It’s bright so she puts on sunglasses. Her head hurts. She wraps it in a napkin from the champagne bucket. And she goes for a walk in the garden. There’s a dry, warm wind, blossoms are blowing, they cloud her…Tim Blanks

Bastaguardarla_GiambattistaValli6

Non c’è dubbio, Giambattista Valli ha gusto, che è la qualità fondamentale che riassume in se tutte le altre qualità. Come diceva Comte De Lautréamont, solo attraverso il gusto il genio diviene suprema superiorità e contrappeso di tutte le facoltà.

Bastaguardarla_GiambattistaValli7

VAL_1038.450x675

Giambattista Valli sostiene che la moda non salva la vita, sostiene l’anima. Non m’importa se comprate i miei vestiti o andate al mercato a comprare un falso. La cosa più importante è che sono stati ispirati dai miei disegni. E ‘importante godersi la vita, avere un sogno, essere ispirato, ispirare gli altri ed essere profondamente interessato a qualcosa.

Bastaguardarla_GiambattistaValli3

Bastaguardarla_GiambattistaValli11

S2015MEN

Sulla passerelle della collezione Primavera – Estate 2015  gli stilisti esplorano tutte le liste e i codici pantone di tutti i colori. La densa palette è ricca di rotture inaspettate: tutte le sfumature del bianco, dal ghiaccio al panna, dal perla al mastice, fino alla delicatezza di azzurri polverosi e verdi salvia, per passare poi direttamente al nero.

Marni

Marni

Marni

Marni

L’uomo per p/e 2015 indossa un involucro fatto di stampe che hanno una qualità gestuale: scarabocchi, geometrie, righe e fiori. I tessuti sono leggeri e ariosi, ma fermi. Sono uomini urbani, dove le forme architettoniche d’avanguardia si trasformano in grafismo puro di linee e colori, per Ermenegildo Zegna e Armani le righe sono presenti in tutta la collezione come veicolo per rimarcare un esercizio di stile in cui formalità e tempo libero respirano la stessa languida allure estiva, perché è la riga, piazzata in orizzontale grazie a tecniche che ne aumentano la consistenza, per una silhouette sciolta ma controllata e studiata nei minimi dettagli per uomo dall’abbigliamento formale.

Armani

Armani

Zegna

Zegna

Zegna

Zegna

Per Jil Sander le linee sono interrotte e i volumi ampi trovano equilibrio e struttura nei tessuti; i loghi sono astratti  e le stampe sono ispirate a movimenti musicali. Etro rende omaggio alla grande tradizione gastronomica italiana. I motivi d questa stagione sono composizioni artistiche che conversano gioiosamente con gli ingredienti: i quadretti sugli eleganti abiti da uomo sono quelli delle tradizionali tovaglie, tovaglioli e strofinacci, per non parlare poi delle stampe  con le verdure, le lasagne e i risotti alla milanese.

Jil Sander

Jil Sander

Bastaguardarlo_ETRO

Etro

Etro

Etro

L’evoluzione dell’uomo Valentino di Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli  guardano questa stagione a figure outsider e liberi pensatori. L’uomo di Valentino è bello, indossa un vestito nell’intento di sedurre. Esalta una silhoutte dai volumi morbidi e romantici. Lunghe polo indossate sotto un suit nonchalent, in accumuli di stampe ora geometriche, ora fantastiche. Il corpo si svela in un colpo. L’uomo Valentino esprime sobrietà, decoro e buon senso.

Valentino

Valentino

Valentino

Valentino

In definitiva l’abbigliamento maschile non cambia mai molto, quello che cambia sono le palette cromatiche, come i gialli , rosa elettrici e turchesi  con micro e macro motivi floreali che raccontano la spensieratezza dell’estate che verrà

Daniel Wellington

Il tempo è un’illusione, è denaro, non fa mai quello che vorresti, è relativo ed è pure ladro di memorie. Il tempo inteso come dimensione fisica che incita la distinzione tra passato, presente e futuro mi ha sempre un po’ terrorizzato, forse perché mi fanno paura i cambianti materiali e spaziali  che determinano il corso del tempo o semplicemente mi fa paura la sfida al futuro.

mens_watches_1_1

Visto che il tempo viene scandito inesorabilmente dagli orologi bisogna averne di speciali, perchè l’orologio è come un diamante per una donna, è la quintessenza degli oggetti, è al di là del tempo, è segno di virilità, in definitiva un buon orologio è indeperibile.

bastaguardarla_danielwellingtonwristwatches3

Oggi vi presento un bijou, un orologio Daniel Wellington, quadrante assolutamente sottile, raffinato con un design dalle forme classiche, ispirazioni vintage e meccanismi semplici,disponibili in oro rosa e argento: ecco il fascino di un orologio Daniel Wellington la semplicità e la precisione. Un orologio senza troppe pretese.

bastaguardarla_danielwellingtonwristwatches2

Bastaguardarla_danielwellingtonwristwatches4

I retroscena di Daniel Wellington iniziarono con un viaggio per mezzo mondo dove Filip Tysander, il fondatore di Daniel Wellington, incontrò un gentiluomo intrigante proveniente dalle Isole Britanniche. L’uomo aveva l’abilità ispirante di essere gentile ed allo stesso tempo rilassato e senza pretese. Aveva uno stile impeccabile e amava indossare i suoi orologi su vecchi cinturini Nato provati dal tempo. Il suo nome? Daniel Wellington

Ogni orologio è unico perché facile da personalizzare, tutte le cinghie sono intercambiabili, un orologio simbolo del tempo che scorre.

Un orologio che rappresenta lo scorrere del tempo, dettato dal moto delle onde e dalla forza del vento. Sbrodolate’s blog

bastaguardarla_danielwellingtonwristwatches4

Il tempo è un grande autore: trova sempre il perfetto finale.

Charlie Chaplin

 

www.danielwellington.com

Ringrazio la mia amica Francesca Scaroni di Sbrodolate’s Blog

CHANEL PARIS – DALLAS

L’ispirazione per la collezione Mètiers d’Art 2013/2014 presentata lo scorso dicembre al Fair Park, complesso storico nel cuore di Dallas, è scaturita dall’immaginario di Karl Lagerfeld come visione moderna e sofisticata di un romantico Far West.

Bastaguardarla_KristenStewartPreFallChanelCampaign2

Da quando ha conosciuto Karl Lagerfeld, nel 2007, il rapporto della giovane americana Kristen Stewart, con CHANEL ” è cresciuto sempre di più”

” È un privilegio per me indossare creazioni CHANEL e poter lavorare a stretto contatto con Karl, che a mio parere è un artista e un’esauribile  fonte d’ispirazione” ha rivelato.

Bastaguardarla_KristenStewartPreFallChanelCampaign1

Archetipo della giovane donna americana contemporanea, Kristen Stewart incarna alla perfezione lo spirito della collezione Paris – Dallas e sublima i capi che indossa nella campagna pubblicitaria: abito in seta a frange dorate, giacca in tweed,  maniche di pelliccia oversize, pantaloni di pelle e cappotti di piume di struzzo, ma anche un lungo abito in tulle nero con stelle ricamate che l’attrice dichiara essere il suo preferito.

Bastaguardarla_ChanelCampaign2014-Kristen-Stewart-8

Karl Lagerfeld direttore creativo di Chanel, Chloé e Fendi si riconferma il più sociale, perché ciò che combatte e respinge non sono, come si crede, le provocazioni futuristiche della moda giovane: è efficace proprio nelle società poste dinnanzi a un bisogno nuovo di promozione estetica.

 Bastaguardarla_ChanelCampaign-2014-Kristen-Stewart-1-1024x682

Chanel non scrive con carte e penna, ma con stoffe, forme e colori; il che non impedisce che le si attribuisca comunimente l’autorità e la brillantezza di un autore del grand siècle.

Kristen Stewart definisce la collezione come “divertente, selvaggia e irresistibilmente cool

Bastaguardarla_ChanelCampaign-2014-Kristen-Stewart-5

Guardando la donna Chanel è possibile cogliere il suo ambiente, le sue occupazioni, i suoi divertimenti e i suoi viaggi perché la donna Chanel non è per niente oziosa.

Bastaguardarla_ChanelCampaign-2014-Kristen-Stewart-6-1024x672

Una collezione da scoprire in boutique da giugno 2014

Buon pomeriggio.

ALEXA CHUNG E LE PLIAGE® HÉRITAGE

Charme, con la frizzante Alexa Chung, modella, DJ, giornalista e molto altro che per la seconda stagione di seguito incarna la donna dinamica e cosmopolita di Longchamp.

La funzione di Longchamp è prettamente estetica, la nuova borsa Pliage Heritage è molto di più che un semplice ornamento. Agisce profondamente sulla vita di ogni donna con un design unico, la cui accattivante forma trapezoidale si ispira alla borsa icona della maison e simbolo della maestria di Longchamp nella pelletteria ovvero Le Pliage che quest’anno celebra il suo ventesimo compleanno.

Bastaguardarla_longchamp-AW14-0168

Chic e charme formano una combinazione vincente nella nuova campagna pubblicitaria Longchamp per l’autunno 2014.

Bastaguardarla_longchamp-AW14-1803

Strizzando l’occhio all’eredità e alla tradizione della maison, la campagna è stata girata nella tenuta privata del Château des Ormes, gioiello dell’architettura francese del XVIII secolo ai bordi del dipartimento della Vienne, nei pressi di Tours. Esattamente come Le Pliage Héritage abbina tradizione e modernità, così Alexa Chung con il suo atteggiamento rock’n’roll rilassato introduce uno spirito contemporaneo in un contesto che trasuda storia.

Bastaguardarla_longchamp-AW14-1524

Il fotografo Max Vadukul, scelto da Longchamp per lo stile naturale e spontaneo del suo lavoro, ha immortalato Alexa con Le Pliage Héritage in écru e rosso carminio, tra i colori protagonisti della stagione, e con Le Pliage HéritageLuxe in vitellino stampato pantera. Tra le foto più seducenti della campagna quella in cui Alexa posa con un cucciolo di Jack Russell che con calma imperturbabile si accinge a fare i suoi primi passi nel mondo della moda.

Marie-Sabine Leclercq, Direttore internazionale della comunicazione per Longchamp, si complimenta per le riprese:

“Siamo assolutamente rapiti da questa nuova campagna che con la stessa équipe artistica della stagione passata mette in risalto in maniera ancora più glamour Le Pliage Héritage, la borsa che abbina tradizione artigianale e stile contemporaneo. Insieme a questa campagna stampa decisamente visibile, Longchamp mette in campo una strategia comunicativa a 360° con una forte presenza suldigitale, dimostrando ancora una volta la sua capacità di conservare una lunghezza di vantaggio”

Bastagurdarla_longchamp-AW14-0045

Tra gli elementi chiave di questa strategia, il cortometraggio Longchamp Heritage with a Twist realizzato da Jean-François Julian in cui la protagonista, Alexa Chung, si ritrova in una serie di scenari degni di ‘Alice nel paese delle meraviglie’Il video sarà presentato sul sito http://www.longchamp.com e sui social network a partire dal 9 settembre 2014. L’attesa per il cortometraggio è ancora più grande per via della colonna sonora originale Wandering Lovers della cantautrice Christine and The Queens, astro nascente della scena musicale francese.

bastaguardarla_longchamp-AW14-0016

E per finire Longchamp ha rinnovato la sua collaborazione con l’illustratrice Fabienne Legrand, autrice del divertentissimo album dell’anno scorso J’ai deux amours, mon sac et Paris. Fabienne Legrand, presente durante le riprese, si è ispirata all’atmosfera del backstage per le sue cinque illustrazioni spiritose e dai dettagli squisiti che raffigurano Alexa Chung, Jean-François Julian e altri personaggi impegnati sul palco di Château des Ormes.

La campagna pubblicitaria Longchamp per l’autunno 2014 sarà presentata ufficialmente ad agosto 2014.

Byredo Parfum by Ben Gotham

Oggi voglio presentarvi un marchio che vi farà sognare ad occhi aperti, vi farà toccare il cielo con un dito e fluttuerete se siete dei nostalgici. Con le sue note il profumo è più convincente delle parole, dell’apparenza e del sentimento…è sensuale, lussurioso, penetra in noi come l’aria che respiriamo penetra nei nostri polmoni, ci riempie, ci domina totalmente, non c’è modo di opporvisi. Patrick Suskind

Le note di queste fragranze con la loro struttura complesse e le sue note di testa, di cuore, di coda vi distaccheranno dalla terra per accedere verso mondi più puri.

ByredoParfum_Bastaguardarla

Byredo è un marchio europeo di fragranze di lusso strettamente legato alla creatività, all’arte e al lifestyle. Byredo ha stabilito una posizione unica sul mercato con uno stile di profumeria che rafforza un approccio sobrio attraverso composizioni semplici create con le migliori materie prime disponibili. In contrasto con l’estetica scandinava, Byredo apporta chiare connotazioni etniche influenzate dalle origini indiane di Ben, che conferisce al marchio un’identità unica.

Una delle mie preferite composizione è quella ispirata alla raccolta “I Fiori del Male” una meravigliosa raccolta di poesie in cui Baudelaire racconta a bellezza percepita attraverso il senso dell’olfatto.

Quando, a occhi chiusi, una calda sera d’autunno,
respiro il profumo del tuo seno ardente, vedo
scorrere rive felici che abbagliano i fuochi di un sole
monotono;

una pigra isola in cui la natura esprime alberi
bizzarri e frutti saporosi, uomini dal corpo snello e
vigoroso e donne che meravigliano per la
franchezza degli occhi.

Guidato dal tuo profumo verso climi che incantano,
vedo un porto pieno d’alberi e di vele ancora
affaticati dall’onda marina,

mentre il profumo dei verdi tamarindi che circola
nell’aria e mi gonfia le narici, si mescola nella mia
anima al canto dei marinai.

 

byredobaudelaire_bastaguardarla

 
Oggi vi voglio presentarvi Byredo una maison di profumi fondata da Ben Gotham nel 2006 con sede a Stoccolma. Insieme a profumi di fama mondiale come Olivia Giacobetti e Jerome Empinette, BYREDO ha sviluppato un approccio alla creazione delle fragranze tanto unico quanto logico. Con un focus distintivo sull’artigianalità e la qualità, tutti i prodotti sono realizzati in Francia.
ByredoParfum_Bastaguardarla1

Ben Gotham – nato in Svizzera da madre indiana e padre canadese – cresciuto tra Toronto, New York e Stoccolma ed ha conseguito la laurea in Belle Arti alla Facoltà di Stoccolma.

Byredo_bastaguardarla5

Il suo incontro fortuito con il profumiere Pierre Wuff lo convinse a dedicarsi ai profumi invece che alla pittura. Senza alcuna formazione nel settore, Ben, a 31 anni, si rivolse a creatori di fama come Olivia Giacobetti e Jerome Empinette, spiegando loro i suoi desideri olfattivi e lasciando a loro il compito di creare le composizioni.

ByredoParfum_Bastaguardarla2

Come un outsider nell’industria della bellezza, Ben è anomalo ed è stato riconosciuto per il suo stile personale e per la connessione tra moda e arte, da diverse riviste internazionali come Vogue Francia, Elle, Vanity Fair, V Magazine e Fantastic Man per citarne alcune. Con il suo solido Background nel campo della creatività, Ben ha creato un approccio moderno, unico e logico per la creazione di profumi limitando il numero di materie prime, ogni profumo ha una chiara identità e una sua ragione d’essere.

La gamma di Byredo si compone di Eau de Parfum, prodotti per il corpo, profumazioni per l’ambiente ed oggetti in pelle.

La gamma completa di Eau de Parfum si compone di 20 fragranze.

bottles

Byredo attualmente vende in 39 paesi ed è diventato fin da subito un marchio rispettabile nel mercato della profumeria di nicchia internazionale

I profumi sono dei potenti maghi che possono trasportarvi attraverso gli anni che avete vissuto.

Helen Keller

 

Grazie Ben Gotham per aver risvegliato attraverso una nota di cuore un ricordo meraviglioso.